Papaveri rossi
in un campo infinito
di sogni e magie
a specchiarsi nel cielo…

effimera bellezza,
rubata all’istante
mentre un vento schiaffeggia
la nostra vita sospesa,

son sogni accesi
come i nostri amori,
primavere incerte
eppur cosi belle e sole,

tu ed io
in un campo di grano
a rinverdire sogni
folleggiando tra verdi colline,

un immenso aperto
di quell’estasi sognata
e mai compiuta interamente,
profondamente sofferta,

ma nella vita, si sa’
nulla è scritto per certo…
basterebbe anche un attimo
a lievitare ancora amore nel cielo

 

Lascia un commento